La Giraglia di Stefano Chini

Hakuna Matata

 

Quel pomeriggio di giugno in ufficio tirava una strana aria, ma non era per l’afa soffocante, perchè quella ci assillava già da qualche giorno . Se solo un anno prima qualcuno ci avesse predetto che avremmo partecipato ad una delle più importanti regate del Mediterraneo, non ci avremmo creduto. Eppure quell’aria e quell’euforia da ultimo giorno di scuola erano proprio dovute all’imminente partenza per la mitica Regata della Giraglia . Il mattino seguente il nostro drizzista Giulio Casaglia ed io siamo finalmente a Sanremo. A Portosole ci attende Hakuna Matata, il JOD 35 che ci accompagnerà nell’impresa, insieme al nostro comandante Federico Almerighi di Veladoc, che ha appena ultimato con la consueta passione e precisione la preparazione della barca. Ora tocca a noi dare una mano: qualche colpo di nastro adesivo nei punti critici per proteggere le preziosissime vele da regata e via i pesi superflui da sottocoperta. Il tutto eseguito acoltando musica ed esponendo ai raggi di sole estivi il nostro colorito da impiegati, in modo da iniziare fin da subito a perdere gradualmente l’aspetto cittadino ed assumere la parvenza di esperti velisti.   

Eccoci quindi pronti per il trasferimento a Saint Tropez, dove arriviamo il giorno successivo, dopo una cena e un pernottamento a Nizza, e dove ci raggiungono anche gli altri membri dell’allegro equipaggio: Gianni Berto il randista, Gabriele Cartocci e Davide Bulgarelli (detto il “Bulgaro”) i tailer, Davide Dagri prodiere insieme al sottoscritto e Roberto Ferrero il nostro tattico nonchè vice-comandante. Finalmente riuniti possiamo terminare la preparazione di Hakuna e fare qualche allenamento godendoci la splendida cornice offerta dal golfo di Saint Tropez popolato da una flotta di barche tra le più belle mai viste, di quelle che solitamente ammiri attraverso le foto delle riviste di settore, e con a bordo i velisti più forti e famosi del Mediterraneo.   

Siamo pronti per i tre giorni di regate costiere. Al mattino sveglia alle 8, colazione al porto e poi subito operativi: spesa per la sera, verdura, frutta e pesce (il mercatino del pesce di Saint Tropez offre ottimi spunti) e poi subito in barca a concentrarsi per la regata del giorno. Sulla affollata linea di partenza l’adrenalina sale e si mescola con l’ammirazione per la bellezza della flotta in gara. E poi via a darsi battaglia, con la consapevolezza dei propri limiti di fronte al livello della manifestazione, ma con tanta voglia di dare sempre e comunque il massimo.    

Terminata la regata si rientra in porto, dove si scambiano impressioni, battute e dove si consuma uno spuntino per stemperare la tensione accumulata in gara. E poi via, in residence, dove un bagno in piscina nel pomeriggio ormai al termine ci ricorda che in fondo siamo anche un po’ in vacanza. Uno splendido terrazzo con vista sul golfo riunisce tutto l’equipaggio nei preparativi per la cena, uno dei momenti più belli e divertenti della giornata. Il nostro comandante Federico si rivela subito abile con la padella in mano tanto quanto con la barra del timone e i pesci da lui cucinati finiscono rapidamente tra i ricordi più belli di quest’avventura.
La sera precedente la regata “lunga” l’atmosfera in residence è particolare. La riunione intorno alla carta nautica e la consultanzione dei bollettini meteo che prevedono poco vento iniziano a farci capire cosa ci attenderà nei giorni successivi. 

Il momento tanto atteso è arrivato, è giovedì e si parte per la “lunga”, qualche ora di navigazione di bolina fino a Ile du Levant, dove avvistiamo una balena che ci emoziona come bambini e poi via sotto spi in direzione Corsica, dove giungiamo allo scoglio della Giraglia dopo un giorno e due notti di navigazione al lasco, alternandoci alla scotta dello spi.
La navigazione notturna è un’emozione che non dimentichi. Ci dividiamo in due turni da quattro persone e ci alterniamo ogni due ore. Il silenzio della notte è interrotto solo dal sottofondo del VHF che contribuisce con fruscio e voci a dare un sapore particolare di avventura mai provato prima.

E’ quasi l’alba di sabato e lo scoglio della Giraglia si avvicina. Comunichiamo il nostro imminente passaggio alla Nave Titano della Marina Militare che ha il compito di accertarsi che tutta la flotta passi in sicurezza il traguardo intermedio. Un’altra forte emozione ci pervade e, per un’attimo, ci fa dimenticare la fatica accumulata dopo 40 ore di navigazione continua. Sembra che la natura abbia voluto centellinare le dosi di vento per farci giungere in questo punto nel momento più suggestivo. Col diminuire della distanza da quella che prima era solo l’oscura sagoma di un isolotto, diminuisce progressivamente il buio per far spazio alle prime luci dell’alba, come un sipario naturale che lentamente si solleva per mostarci la Giraglia in tutta la sua bellezza. Tutto l’equipaggio è in pozzetto con i volti che non celano la stanchezza, ma con gli occhi che brillano di ammirazione.

Doppiata la Giraglia mettiamo la prua su Genova dove giungiamo dopo altre 19 ore di bolina.
L’ultimo sforzo, è mezzanotte, iniziano le immaginarie visioni di piatti di pasta e di dormite clamorose, le luci che illuminano la boa di arrivo si avvicinano, ma ci manca ancora un’emozione da provare: la calma piatta! Non sembra possibile, 59 ore di navigazione continua per fermarsi a poche decine di lunghezze dall’arrivo. Ogni tentativo di inventarsi il vento è vano, ci assale la preoccupazione che tale sofferenza psicologica possa protrarsi anche per parecchie ore, ma finalmente, dopo “solo” un’ora, qualcosa inizia a muoversi e una leggera brezzolina ci permette di tagliare lentamente il sospiratissimo traguardo. 

E’ fatta! Andiamo all’ormeggio. Nonostante sia ormai l’una di notte, il servizio di buffet allestito dal Comitato organizzatore distribuisce ancora piatti di pasta caldi. I primi sono già arrivati da un pezzo, ma non è certo il risultato agonistico ad influenzare la nostra soddisfazione per aver comunque concluso la regata nonostante il poco vento e le condizioni molto difficili. In fondo i momenti vissuti e le emozioni provate in questa nostra prima esperienza in una vera regata d’altura hanno un valore che va al di là di ogni premio.  

Navigazione autonoma 
Noleggia a Sanremo le imbarcazioni di Veladoc S.r.l. per le tue vacanze a vela e weekend in autonomia  

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies. Per saperne di piu'

Ok

Cookie

I cookie sono piccole porzioni di dati che vengono memorizzate e utilizzate per migliorare l’esperienza di utilizzo di un sito.
Ad esempio possono ricordare temporaneamente le tue preferenze di navigazione per evitarti di selezionare tutte le volte la lingua, rendendo quindi le visite successive più comode e intuitive.
Oppure possono servire per fare dei “sondaggi anonimi” su come gli utenti navigano attraverso il sito, in modo da poterlo poi migliorare partendo da dati reali.

I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l’uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l’applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.

I cookie non sono virus o programmi

I cookie non sono virus o programmi. I cookie sono solamente dati salvati in forma testuale nella forma “variabile=valore” (esempio: “dataAccessoSito=2014-01-20,14:23:15″). Questi dati possono essere letti solamente dal sito che li ha generati, e in molti casi hanno una data di scadenza, oltre la quale il browser li cancellerà automaticamente.

Non tutti i cookie vengono utilizzati per lo stesso scopo: di seguito verranno specificate le diverse tipologie di cookie utilizzati da questo sito web.

Cookie indispensabili

Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi non potranno funzionare correttamente.

Performance cookie

Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ma non memorizzano informazioni che identificano un visitatore. Questi cookie vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento del sito web.
Utilizzando il sito l’utente accetta che tali cookie possono essere memorizzati sul proprio dispositivo.

Cookie di funzionalità

I cookie consentono al sito di ricordare le scelte fatte dall’utente (come la lingua o altre impostazioni speciali eventualmente disponibili) e forniscono funzionalità avanzate personalizzate, e possono anche essere utilizzati per fornire i servizi richiesti. Utilizzando il sito l’utente accetta che tali cookie possono essere memorizzati sul proprio dispositivo.

Come gestire i cookie sul tuo PC

Ogni browser consente di personalizzare il modo in cui i cookie devono essere trattati. Per ulteriori informazioni consultare la documentazione del browser utilizzato.

Alcuni browser consentono la “navigazione anonima” sui siti web, accettando i cookie per poi cancellarli automaticamente al termine della sessione di navigazione. Per ulteriori informazioni riguardo la “navigazione anonima” consultare la documentazione del browser utilizzato.

Google Analytics

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google. Google Analytics utilizza i cookies per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull’utilizzo del sito web (compreso il Vostro indirizzo IP anonimo) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all’utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati.

Si può impedire a Google il rilevamento di un cookie che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l’elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser: http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en

Google Adsense

Questo sito Web utilizza Google AdSense, un servizio per includere la pubblicità di Google Inc. (“Google”). Google AdSense utilizza i cosiddetti “cookie”, file di testo che vengono salvati sul tuo computer e che consentono un’analisi dell’utilizzo del sito Web. Google AdSense utilizza inoltre i cosiddetti Web beacon (grafici invisibili). Questi Web beacon permettono di valutare le informazioni come il traffico dei visitatori su queste pagine.

Le informazioni generate tramite cookie e Web beacon circa l’utilizzo di questo sito (compreso il tuo indirizzo IP) e la consegna dei formati pubblicitari vengono trasmesse a un server di Google negli Stati Uniti e memorizzate lì. Queste informazioni possono essere trasmesse, da Google, ai suoi partner. Google, tuttavia, non assocerà il tuo indirizzo IP con altre tue informazioni memorizzate.

Puoi interrompere l’installazione dei cookie modificando l’impostazione corrispondente nel tuo browser; tuttavia, ti facciamo presente che in questo modo potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito. Utilizzando il presente sito web, dichiari di essere d’accordo con l’elaborazione dei tuoi dati da parte di Google ottenuti nel modo e per lo scopo indicati.

2011 La Giraglia - di Stefano Chini. Veladoc Racing Team
Powered by Joomla 1.7 Templates